La soledad era esto di Juan José Millás, l’universo femminile e la metamorfosi

Autori

  • Luigi Contadini Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/7786

Parole chiave:

narrativa contemporanea, percezione, simmetria, metamorfosi, corpo

Abstract

In questo saggio si prendono in esame alcuni temi e alcuni procedimenti narrativi de La soledad era esto di Juan José Millás, romanzo al femminile che può essere letto anche come un percorso di riconciliazione della protagonista Elena Rincón con la madre appena scomparsa. Uno dei temi principali dell’opera è il processo di metamorfosi della protagonista tramite la rottura degli schemi sociali e culturali in cui si sente, suo malgrado, collocata, scoprendo l’ambivalenza del corpo nello scambio col mondo. Da uno stato di smarrimento e di angoscia iniziale, a poco a poco, Elena accede a una tenue speranza, predisponendosi ad una possibilità di rinascita a partire dai residui di un’esistenza insensata.

Downloads

Pubblicato

2017-12-29

Come citare

Contadini, L. (2017). La soledad era esto di Juan José Millás, l’universo femminile e la metamorfosi. Confluenze. Rivista Di Studi Iberoamericani, 9(2), 222-238. https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/7786