La zona roja: potere ed utilizzo del territorio urbano a Città del Guatemala

Autori

  • Paolo Grassi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/2398

Parole chiave:

Guatemala, violenza, enclave sociale, mara, pandilla

Abstract

Questo saggio, frutto di una ricerca etnografica tutt’ora in corso in un barrio di Città del Guatemala, una “zona rossa” - così come vengono etichettati i quartieri marginali della città dalla stampa locale - propone un’interpretazione complessa di quel luogo, inteso come prodotto relazionale non solo degli attori che lo abitano, ma di una struttura mentale e sociale più generale, relativa a tutta l’area metropolitana. L’analisi delle retoriche utilizzate nella produzione di questa enclave sociale si focalizzerà necessariamente su un fenomeno peculiare: il banditismo giovanile transnazionale.

Pubblicato

2011-12-21

Come citare

Grassi, P. (2011). La zona roja: potere ed utilizzo del territorio urbano a Città del Guatemala. Confluenze. Rivista Di Studi Iberoamericani, 3(2), 181-196. https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/2398