L’evoluzione della coscienza femminile nella letteratura del secondo ‘900 in Spagna, attraverso l’opera di Carmen Martín Gaite

Autori

  • Maria Alessandra Giovannini UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI ‘L’ORIENTALE’

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/7781

Parole chiave:

narrativa femminile spagnola, memoria, intertestualità, traduzione letteraria

Abstract

Lo studio intende mettere a fuoco il ruolo di Carmen Martín Gaite all’interno del percorso di autocoscienza femminile, nella Spagna nella seconda metà del XX secolo. Martín Gaite, saggista e traduttrice costruisce un discorso sinergico di intertestualità che, insieme al potere costruttivo della memoria nella creazione del reale, propone un modo alternativo, ‘altro’, proprio della scrittura al femminile. La scrittura con Martín Gaite diventa luogo, ‘elsewhere’, fisico e simbolico, della costruzione dell’identità femminile, lontana dal ruolo tradizionale imposta dal maschile nella società e anche nel logos.

Downloads

Pubblicato

2017-12-29

Come citare

Giovannini, M. A. (2017). L’evoluzione della coscienza femminile nella letteratura del secondo ‘900 in Spagna, attraverso l’opera di Carmen Martín Gaite. Confluenze. Rivista Di Studi Iberoamericani, 9(2), 151-160. https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/7781