Una principessa azteca: Tecuichpotzin Ichcaxochitzin – Isabel de Moctezuma

Autori

  • Rosa Maria Grillo UNIVERSITÀ DI SALERNO

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/6654

Parole chiave:

Tecuichpotzin Ichcaxochitzin, Isabel de Moctezuma, Messico, Cortés, romanzo storico

Abstract

Nell’ambito degli studi ‘di genere’ su donne dimenticate dalla Storia, un posto di rilievo lo occupa Tecuichpotzin Ichcaxochitzin, “La riverita figlia del signore, Fior di cotone”, figlia di Moctezuma II, nata probabilmente alla fine del primo decennio del secolo XVI. Battezzata come Isabel de Moctezuma, ha vissuto una vita a cavallo tra due mondi e due epoche: figlia e moglie di sovrani, compagna poi ripudiata di Cortés, viene descritta ora come l’anti Malinche, fedele al suo popolo, ma integrata nel sistema coloniale. Si mettono a confronto le più svariate versioni – cronache del tempo, storiografia successiva, narrativa storica – per darne un profilo credibile e interpretare giudizi e commenti così contraddittori.

Downloads

Pubblicato

2016-12-31

Come citare

Grillo, R. M. (2016). Una principessa azteca: Tecuichpotzin Ichcaxochitzin – Isabel de Moctezuma. Confluenze. Rivista Di Studi Iberoamericani, 8(2), 231-253. https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/6654