“Diritto” a una buona amministrazione e principio di partecipazione

Autori

  • Silvia Bagni Università di Bologna
  • Lucio Pegoraro Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/4755

Parole chiave:

classificazioni, buona amministrazione, partecipazione, democrazia, nuevo constitucionalismo.

Abstract

Esiste un “diritto” a una buona amministrazione? Sul piano teorico, gli autori negano la sua esistenza, in quanto l’espressione indica più propriamente un modo d’essere dello Stato liberal-democratico. Sul piano pratico, la positivizzazione del diritto in alcuni sistemi consiste in una formula aperta a diverse evoluzioni di senso. In particolare, una “buona” amministrazione dovrebbe coincidere con una “buona” democrazia, che a sua volta ha il suo centro nella partecipazione popolare all’esercizio delle funzioni statali, come dimostrano le nuove costituzioni dei Paesi andini. 

Downloads

Pubblicato

2014-12-30

Come citare

Bagni, S., & Pegoraro, L. (2014). “Diritto” a una buona amministrazione e principio di partecipazione. Confluenze. Rivista Di Studi Iberoamericani, 6(2), 1-28. https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/4755