Biopolitiche di eccezione e pratiche di resistenza nelle favelas di Rio de Janeiro

Autori

  • Roberto Malighetti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/2384

Parole chiave:

favela, stato di eccezione, violenza, cittadinanza, partecipazione

Abstract

Il paper discute le biopolitiche di marginalizzazione fondate sulla proclamazione dello stato di eccezione e sull’uso della violenza come strumento di potere. Invita a considerare le favelas come luoghi paradigmatici per riflettere sulle pratiche di resistenza alle politiche di inclusione escludente gestite dalla governamentalità statale e dalla normazione criminale. Considera le favela come laboratori di nuove forme di soggettività che ripensano i fondamenti delle relazioni fra individui, Stato e Nazione e promuovono profili di cittadinanza basati sulla richiesta di partecipazione a ridisegnare il sistema economico, politico e sociale.

Downloads

Pubblicato

2011-12-21

Come citare

Malighetti, R. (2011). Biopolitiche di eccezione e pratiche di resistenza nelle favelas di Rio de Janeiro. Confluenze. Rivista Di Studi Iberoamericani, 3(2), 22-34. https://doi.org/10.6092/issn.2036-0967/2384